Progetto


158 insegnanti con i loro 3.297 studenti di 55 scuole piemontesi (19 primarie, 18 secondarie di 1° grado e 18 secondarie di 2° grado) hanno avviato con grande entusiasmo nel mese di ottobre 2012 i lavori per partecipare al progetto “Diari di Viaggio. Educare ad una cittadinanza mondiale condividendo a scuola le esperienze di migrazione (Prog. 100894, FEI 2011, Azione 3 – Progetti giovanili).

 

Promosso dal Consorzio delle Ong Piemontesi (www.ongpiemonte.it) e realizzato in collaborazione con 10 delle sue 32 associazioni, 5 Province e 9 Comuni, il progetto ha promosso il rafforzamento dei processi di dialogo interculturale in ambito scolastico, favorendo il processo di crescita personale e di integrazione sociale dei giovani stranieri tra i 6 e i 18 anni nelle province di Torino, Asti, Biella, Cuneo, Novara e Vercelli.

 

Partito formalmente il 17 settembre 2012, le prime settimane di lavoro hanno visto l’équipe di 17 animatori ed esperti delle associazioni coinvolte riprogrammare con gli insegnanti le attività previste dal progetto in modo tale da rispondere positivamente al grandissimo interesse dimostrato dai 36 Istituti Scolastici che avevano aderito nel febbraio 2012, a cui se ne sono aggiunti dopo l’estate altri 7, per arrivare ad un totale di 44 Istituti e 55 scuole formalmente coinvolte. Più precisamente, sono state programmate e realizzate attività per 147 classi, con 3.297 studenti di cui oltre 600 di origine straniera. In media una presenza straniera intorno al 18-20%, ma con punte di 55% in alcune classi della Provincia di Novara e oltre l’80% nella periferia di Torino (addirittura tra il 95 e il 100% in alcune classi delle primarie dell’IC Regio Parco).

 

Più di 400 incontri di co-progettazione e riflessione con gli insegnanti e altrettanti incontri di affiancamento in classe con gli studenti per migliorare, a partire dal tema del viaggio, la comprensione dei fenomeni migratori attraverso un approccio integrato basato su educazione interculturale e educazione alla cittadinanza mondiale (Global Learning, o Global Citizenship Education così come viene definita dall’UE).

 

Un sito per condividere riflessioni e materiali prodotti e un concorso di sceneggiature per la realizzazione di cortometraggi nelle scuole coinvolte, oltre che una serie di eventi organizzati sui territori coinvolti hanno contribuito infine al consolidamento di una rete di attori territoriali che operano a favore della diffusione di una cultura di cittadinanza attiva, di solidarietà e di accoglienza nei confronti dei soggetti e delle comunità straniere.

 

 

Scheda sintetica del progetto

 

Titolo: Diari di Viaggio. Educare ad una cittadinanza mondiale condividendo a scuola le esperienze di migrazione

 

Enti finanziatori: Unione Europea e Ministero dell’Interno (Fondo Europeo per l’Integrazione – FEI, Azione 3 – Annualità 2011 – Progetti giovanili)

 

Promotore dell’iniziativa: Consorzio delle Ong Piemontesi – COP (capofila)

Partner operativi: Ong socie del COP: CICSENE, CIFA, CISV, DI-SVI, LVIA, MAIS, RETE

Partner istituzionali: Provincia di Asti, Provincia di Cuneo, Comune di Cuneo

Partner associati privati: Ong CCM, Ong ENGIM, Centro Ricerche Atlantide di Vercelli, Terre Solidali di Novara, Associazione Casa dei Popoli di Settimo TorineseFabbrica delle Idee di Asti

Partner associati istituzionali:  Provincia di Torino, Comune di Torino, Comune di Collegno, Comune di Giaveno, Comune di Nichelino, Comune di Settimo T.se, Comune di Vinovo, Provincia di Novara, Provincia di Vercelli, Comune di Pray (BI), Comune di Bene Vagienna (CN)

 

Istituti scolastici aderenti: 

Nella Provincia di Torino: 10 Scuole primarie, 5 Scuole Secondarie di 1° grado e 9 Scuole Secondarie di 2° grado

Nella Provincia di Asti: 2 Scuole Secondarie di 1° grado e 3 Scuole Secondarie di 2° grado

Nella Provincia di Biella: 3 Scuole primarie

Nella Provincia di Cuneo: 1 Scuola primaria, 4 Scuole Secondarie di 1° grado e 6 Scuole Secondarie di 2° grado

Nella Provincia di Novara: 5 Scuole primarie

Nella Provincia di Vercelli: 6 Scuole Secondarie di 1° grado

 

Durata: Da settembre 2012 a giugno 2013

 

Destinatari : 

3.297 Studenti delle scuole primarie e secondarie (di 1° e 2° grado). In particolare:

  • 1.209 studenti di Scuole primarie di cui 336 stranieri (19 scuole, 54 classi)
  • 910 studenti di Scuole secondarie di 1° grado di cui 119 stranieri (17 scuole, 41 classi)
  • 1.178 studenti di Scuole secondarie di 2° grado di cui 138 stranieri  (18 scuole, 52 classi)

 

158 Insegnanti delle scuole primarie e secondarie (di 1° e 2° grado), in particolare:

  • 70 nelle Scuole primarie
  • 44 nelle Scuole secondarie di 1° grado
  • 44 nelle Scuole secondarie di 2° grado

 

Zona d’intervento: Regione Piemonte

 

Obiettivi:

L’obiettivo generale del progetto è stato di contribuire al rafforzamento dei processi di dialogo interculturale in ambito scolastico, favorendo il processo di crescita personale e di integrazione sociale dei giovani stranieri tra i 6 e i 18 anni delle Province di Torino, Asti, Biella, Cuneo, Novara e Vercelli.

Gli obiettivi specifici, che favoriscono in modo coerente e coordinato il raggiungimento dell’obiettivo generale, sono stati tre.

Il primo è stato facilitare, a partire dal tema del viaggio e delle migrazioni, la comprensione da parte dei giovani studenti di 54 istituti scolastici nelle suddette Province (Istituti Comprensivi e Direzioni Didattiche, Scuole Medie Statali, Licei e altri Istituti superiori) dei fenomeni migratori e degli aspetti legati all’interculturalità che emergono grazie alla presenza nella società, e quindi anche nelle scuole, di giovani rappresentanti di comunità straniere.

Il secondo è stato di rafforzare, consolidare e integrare, in collaborazione con il corpo insegnanti, i percorsi di educazione interculturale in atto con elementi di educazione alla cittadinanza mondiale (Global Learning, o Global Citizenship Education così come viene definita dall’Unione Europea) nelle scuole aderenti.

Il terzo è stato di contribuire alla costruzione di reti di attori territoriali che operano nel settore del protagonismo giovanile e a favore della diffusione di una cultura di cittadinanza attiva, di solidarietà e di accoglienza nei confronti dei soggetti e delle comunità straniere.

 

 

In alto, il famoso “Atlante genovese” (Biblioteca Nazionale, Firenze)

la cui  datazione è risalente al 1457.    

Essendo contemporanea a Cristoforo COLOMBO si può pensare

che fosse nota al grande navigatore e che sia stata utilizzata

dall’uomo di mare genovese per studiare la sua nota spedizione verso le ”Indie“.